Più acqua meno bolle by DAN Europe

 

 

Dopo l’immersione l’azoto viene eliminato dai polmoni, ma questa eliminazione diviene più difficoltosa se il subacqueo è disidratato e quindi più suscettibile alla formazione e crescita di bolle nel sangue e nei tessuti, situazione che può aumentare il rischio di MDD.

 

Più acqua, meno bolle

 

DAN Europe ha lanciato la campagna di sicurezza sull’idratazione nel 2013 per richiamare l’attenzione sull’importanza dell’idratazione nella subacquea. Perché? Perché la disidratazione è un fattore di rischio per la malattia da decompressione (MDD), e ciò che riguarda la sicurezza dei subacquei riguarda il DAN. Lo slogan “Più acqua, meno bolle”:sta a significare che una buona idratazione riduce significativamente la quantità di bolle circolanti.

Ai nuovi iscritti e a chi ha rinnovato l’iscrizione al DAN, durante le fiere della subacquea tenutesi nel 2013-2014, sono state distribuite 3.000 borracce in alluminio con lo slogan della campagna. Manifesti e banner che ricordano ai subacquei di bere a sufficienza sono stati collocati in diverse località in Egitto, dove la disidratazione è uno dei principali fattori di rischio per la MDD a causa del clima, del volume di immersioni e dell’elevato numero di turisti. DAN ha pubblicato articoli sull’importanza dell’idratazione in note riviste subacquee; la relativa campagna di sicurezza DAN Europe, si sta diffondendo su vari social network come facebook e twitter. L’argomento viene proposto dal DAN in occasione di convegni medico-subacquei; gli opuscoli “Più acque, meno bolle” sono distribuiti durante le iere della subacquea, nei centri immersioni e nei negozi specializzati.

continua a leggere 

Facebook Comments
Condividi Su
Share